eredità - avvocato studio legale monselice este montagnana abano terme conselve cartura albignasego selvazzano solesino padova rovigo

Successione per causa di morte ed eredità.

Le successioni ereditarie riguardano il trasferimento agli eredi della titolarità di tutti i rapporti patrimoniali, attivi e passivi, della persona deceduta.

In tal modo gli eredi subentrano sia nelle utilità sia nelle passività del defunto, nei crediti e nei debiti.

Quali sono gli eredi.

La chiamata ereditaria opera a favore dei soggetti previsti dalla legge ovvero di quelli previsti dal testatore, a seconda che si tratti di successione legittima o successione testamentaria.
Nella successione legittima l’eredità si devolve al coniuge, ai discendenti legittimi e naturali (la presenza di moglie e figli esclude ogni altro successibile), agli ascendenti legittimi (genitori, nonni), ai collaterali , agli altri parenti (fino al sesto grado) e infine, in loro mancanza, allo Stato.

In presenza di un testamento i chiamati sono liberamente individuabili da parte del testatore, tranne nell’ipotesi in cui siano presenti i cosiddetti soggetti “legittimari”, che non possono essere esclusi.
I legittimari infatti sono le persone a favore delle quali la legge riserva una quota di eredità o altri diritti nella successione.

Essi sono individuati nelle seguenti categorie: il coniuge , i figli legittimi , i figli naturali , gli ascendenti legittimi.

Eredi minorenni.

Quando tra gli eredi ci sono dei minori, l’accettazione col beneficio dell’inventario è obbligatoria, essendo l’unica forma di accettazione consentita per essi.

Le quote ereditarie.

Nella successione legittima le quote di eredità sono individuate dalla legge e dipendono dal numero dei beneficiari e dal grado di parentela.

Cosa si può fare nel caso di lesione della legittima ?

I soggetti legittimari, nell’ipotesi in cui ritengano si sia operata in loro danno una lesione della quota riservata dalla legge, possono impugnare il testamento, facendo ricondurre alla legalità le quote ereditarie.

Testamento senza indicazione di quote.

Un problema particolare può essere posto dall’attribuzione diretta da parte del testatore dei beni, senza indicazione di una quota ideale come previsto dal codice civile. In tal caso si dovrà ripercorrere a contrario il percorso logico svolto dal testatore, c0sì da risalire – attraverso la valorizzazione del suo patrimonio – alle quote ideali di fatto presupposte.

La rinuncia all’eredità.

I chiamati all’eredità (sia per legge sia per testamento) non sono obbligati ad accettarla.

Essi in fatti possono rinunciare alla stessa, senza obbligo di dare alcuna motivazione.

La dichiarazione di successione.

Quando si parla di successioni ereditarie non si può evitare di affrontare il problema delle conseguenze fiscali dell’evento-morte.

Tra gli obblighi cui gli eredi sono tenuti rientra quello di redigere e presentare all’Agenzia delle Entrate la dichiarazione di successione, che è un atto tributario.

Come scegliere un avvocato per questa materia.

Gli utenti al fine di poter scegliere un avvocato cui affidare l’incarico di assisterli, si domandano se il professionista ha sufficiente esperienza nella materia di loro interesse, quindi se è preparato, competente, esperto o addirittura specializzato.

Allo scopo, di solito si affidano al passa parola, all’esperienza già vissuta da amici, parenti o conoscenti.

Questo metodo però non garantisce affatto il potenziale cliente, perché il caso già risolto non è conosciuto in tutti i suoi dettagli, in quanto di solito viene riferito per sommi capi, senza valorizzare gli elementi che possono essere apprezzati solo da un giurista e che hanno condotto a vincere la causa.

Come fare dunque ?

Internet oggi rappresenta uno strumento molto potente e preciso per poter valutare, almeno a grandi linee, se un avvocato può meritare la fiducia del suo cliente in quanto competente, esperto o specializzato per un determinato tipo di controversie.

Il consiglio è di approfondire il livello di conoscenza espresso dall’avvocato nel proprio sito, epurando le varie espressioni autoelogiative e quelle generiche.

Un saggio della preparazione del professionista risulterà dalla lettura degli articoli che ha redatto sul sito, dal grado di approfondimento della tematica, dal numero degli articoli o delle pagine.

Lo studio legale dell’avvocato Baraldo ha accettato la sfida di essere sottoposto al vaglio del proprio pubblico e per tale motivo offre la seguente rassegna di articoli (ricordando però che si dovrebbe dapprima leggere la sezione “pagine” del menù, per partire da una visione generale, mentre gli articoli sono più specialistici).

Quindi leggete le pagine e gli articoli sulle successioni ereditarie.

Per contatti, per fissare un appuntamento, per vedere il numero di telefono o l’indirizzo e-mail, cliccate sulla pagina

Dove siamo