compenso avvocato a percentuale per aste giudiziarie costo preventivo - avvocato studio legale monselice este montagnana abano terme conselve cartura albignasego selvazzano solesino padova rovigo

Il compenso e i costi dell’avvocato per l’assistenza e la consulenza nelle aste giudiziarie è previsto dalle apposite tariffe ministeriali.

Molte persone trovano complicato tale meccanismo di individuazione del costo della procedura, che presuppone nozioni di procedura civile per trovare il giusto riferimento all’interno delle tariffe.

Inoltre i potenziali interessati preferiscono avere un parametro immediato del costo del professionista, almeno in via indicativa, così da poter valutare subito la possibilità o convenienza della partecipazione assistita all’asta.

La tariffazione in percentuale sul valore dei beni all’asta

Per gli indicati motivi lo studio legale dell’avvocato Baraldo ritiene di dover fornire anche un metodo alternativo rispetto alle tariffe ministeriali, così da offrire un parametro di immediata comprensione per tutti.

Il meccanismo è quello del compenso che si fonda su una percentuale del valore dei beni oggetto dell’asta giudiziaria.

Pertanto il potenziale cliente potrà applicare la percentuale sul valore dei beni che è stato attribuito ai beni dal tribunale.

Si ricorda che la percentuale rappresenta il compenso imponibile, per cui dovrà essere maggiorata degli accessori di legge (spese generali, iva e cpa).

Saranno da aggiungere anche le anticipazioni non imponibili, qualora esistenti (ad esempio le marche da bollo).

La misura della percentuale da applicare al valore dei beni all’asta

La percentuale da applicare al valore dei beni oggetto di asta giudiziaria è il 3%.

E’ previsto un importo minimo di 350,00 euro per i beni di valore esiguo.

All’importo che risulta dal calcolo vanno aggiunti gli accessori previsti per legge, come sopra indicato.